LOADING...

La Sardegna è un luogo ricco di storie, paesaggi unici, scorci mozzafiato, oasi dove il silenzio è pari alla bellezza naturale che le caratterizza.

È anche un posto in cui le tradizioni sono più salde che altrove e dove si può essere re di un’isola disabitata. Per questo vi raccontiamo di Tavolara, isola che fa parte della Gallura ed è facilmente raggiungibile anche da San Teodoro.

La prima cosa che si nota dell'isola è la sua forma: è lunga 6 km e larga 1 e secondo alcuni rappresenta una nave pietrificata, simboleggiata dal “timone” rivolto verso il mare aperto, la punta sul lato est dell'isola chiamata proprio Punta Timone.

L'altra estremità a ovest è chiamata Spalmatore di Terra ed è rivolta verso Loiri Porto San Paolo, da dove partono le piccole imbarcazioni per raggiungere Tavolara.
Questo incantevole lembo di terra fa parte, inoltre, dell'Area naturale marina protetta Tavolara - Punta Coda Cavallo, poco distante dalla Costa Smeralda e autentico gioiello della Sardegna, dove fra l'altro la balneazione è consentita solo in alcuni punti e le immersioni sono autorizzate solo presso i diving center, proprio per preservare al massimo l'ecosistema.

Storia del re di Tavolara

Visitare Tavolara vuol dire recarsi nel regno più piccolo del mondo, benché non esista alcun riconoscimento legale: l'isola fu scoperta alla fine del Settecento da Giuseppe Bertoleoni, il quale si proclamò re e da allora il titolo si tramanda nei secoli.

Si narra persino di una visita della regina del Regno Unito Vittoria, avvenuta nel 1896, tuttavia oggi i Bertoleoni sono proprietari di due ristoranti e di alcune case, mentre il resto dell'isola appartiene alla famiglia Marzano oppure è concessa alla NATO come servitù militare.
Tavolara è popolata da numerose specie di rari uccelli marini e, un tempo, da capre selvatiche dai denti dorati.

In altre parole, a Tavolara si ha l'impressione di trovarsi in un posto da favola che rappresenta efficacemente l'eccezionalità sarda, costituita non solo da meraviglie naturali ma anche da leggende e da personaggi unici.

Visitare l'Area naturale marina protetta di Tavolara

È possibile partecipare a escursioni guidate all'area protetta rivolgendosi ai centri informativi autorizzati (presenti anche a San Teodoro) che offrono attività di vario genere, come trekking, corsi di kite surf e canottaggio, immersioni subacquee e dolphin watching.

Osservare con attenzione un luogo che è rimasto quasi inalterato e non ha subito forti interventi da parte dell'uomo è un privilegio che di rado ci si può concedere; per questo consigliamo di fare tappa a Tavolara durante un soggiorno in Sardegna.

Per sapere quali sono i servizi disponibili nell'area protetta consultate il sito ufficiale: www.amptavolara.com.

Nel video seguente potete ammirare un fantastico time-lapse che raccoglie i panorami più belli dell'area protetta di Tavolara.

Deep Inside from AMP Tavolara Punta Coda Cavallo on Vimeo.

Chiama
Scrivici
Chiudi

Login

Chiudi

Language