LOADING...

La maggior parte dei turisti che viene per la prima volta in Sardegna ha voglia di visitare l'arcipelago de La Maddalena, situato al largo della Costa Smeralda e facilmente raggiungibile da San Teodoro.

La parte settentrionale dell'isola offre tante possibilità per itinerari e tour, perciò in questo articolo vi diamo qualche idea su cosa fare e cosa vedere una volta arrivati in Gallura. I motivi per trascorrere una giornata in barca visitando alcune isole dell'arcipelago potrebbero essere infiniti, ci siamo limitati a 5 per incuriosirvi e incoraggiarvi a organizzare in anticipo la vostra vacanza.

Il mare color smeraldo de La Maddalena

Le spiagge dell'arcipelago sono comprese all'interno del Parco nazionale Arcipelago di La Maddalena, una riserva naturale che non ha paragoni in Italia e che si estende lungo 180 chilometri di costa. La limpidezza delle acque e le tonalità di colore che variano dal turchese al blu, passando per lo smeraldo e l'azzurro, sono il risultato della posizione delle isole all'interno delle Bocche di Bonifacio e alla bassa profondità dei canali; i fondali marini sono uno scrigno di bellezze naturali che potrete ammirare con le immersioni da fare con l'equipaggiamento adatto e seguiti da sub esperti.

Il centro storico dell'isola de La Maddalena

Il centro dell'isola più grande dell'arcipelago non va trascurato nel vostro itinerario ideale, poiché lo stile architettonico dei palazzi è piuttosto diverso dal resto della Sardegna. Qui, infatti, gli alti palazzi che popolano via Amendola e piazza Comando spiccano per via dei colori e degli stretti balconi che li fanno somigliare alle abitazioni tipiche della riviera ligure.

Inoltre i larghi viali e i lunghi filari di palme accentuano l'unicità di questa cittadina perfetta per una romantica passeggiata o per una sosta dedicata allo shopping.

La spiaggia rosa dell'isola di Budelli

Budelli è un’isola minore, collocata all'estremo nord dell'arcipelago e abitata da una sola persona che ha il ruolo di custode. È uno dei simboli dell'eccezionalità sarda in virtù della sua spiaggia rosa. Il colore incredibile della sabbia è dovuto ai frammenti di un microrganismo chiamato Miniacina miniacea.

Proprio per la sua unicità, qui non è possibile fare il bagno e andare in spiaggia, ma si può ammirare come si farebbe con un'opera d'arte.

La suprema bellezza dell'isola di Budelli merita una tappa del tour, siamo certi che non ve ne pentirete.

L'isola di Santa Maria

Poco distante da Budelli, quest'isola è nota per Cala Santa Maria, una spiaggia dalla sabbia bianchissima e dalle acque cristalline, e per i resti dell'antico convento costruito dai monaci Benedettini, oggi inglobati nell'abitazione del pastore che vive qui.

Per ammirare una vista panoramica sull'intero arcipelago, raccomandiamo di raggiungere il faro di Punta Filetto, situato al termine di un sentiero che parte da Cala Santa Maria.

L'isola di Spargi

Spargi è una delle isole più grandi dell'arcipelago ed è la meta prediletta di molte specie rare di uccelli, inoltre è caratterizzata dall'asprezza delle rocce granitiche e dalla presenza di antichi relitti nei suoi fondali, ad esempio i resti di una nave romana, oggi custoditi nel museo navale dell'isola La Maddalena.

Una curiosità che potrete vedere a Spargi è la Testa della Strega, una roccia scolpita dal vento e dall'acqua il cui profilo sembra quello di una strega.

Per raggiungere queste isole potete rivolgervi a Babitours, agenzia che organizza escursioni in barca con partenza da Porto Rotondo, una buona opportunità per vivere un'esperienza coinvolgente in Sardegna. www.babitours.com

Chiama
Scrivici
Chiudi

Login

Chiudi

Language